Sconfiggere l’ignoranza e gestire la paura, governando il cambiamento, è possibile. Dipende solo da noi. Non siamo condannati a scegliere il male minore. L’Italia è più forte di chi la vuole debole. Entriamo in Azione!

Parlando di Azione

L'Italia è più forte di chi la vuole debole

AZIONE non è un nome casuale o scelto per ragioni di marketing. Le nostre radici culturali e politiche sono quelle del liberalismo sociale e del popolarismo di Sturzo. La necessità di sintesi tra queste grandi culture è oggi ancora più evidente.
I mali che affliggono l’Italia e l’Occidente sono le fratture tra progresso e società, tecnica e uomo, libertà e conoscenza, crescita e sostenibilità, mercato e giustizia sociale. Fratture che non si ricompongono fermando il progresso o limitando la libertà, ma investendo sulla conoscenza e sulla società, restituendo un “senso” e una direzione all’azione dell’uomo e un ruolo preciso allo Stato nell’accompagnamento delle trasformazioni.

Il percorso di Asti in Azione

Il nostro percorso è iniziato nel 2019, ma le nostre radici culturali e politiche sono quelle del liberalismo sociale e del popolarismo di Sturzo. La necessità di sintesi tra queste grandi culture è oggi ancora più evidente.

14 Aprile 2022

Nominato il Coordinatore per la Città di Asti

Federico Lucia nominato Coordinatore per la Città di Asti

15 Gennaio 2022

Congresso di Azione

Il 15 Gennaio si è tenuto il congresso, che ha portato alla nascita del Direttivo coordinato dal Segretario Fausto Fogliati.

14 Giugno 2021

Inaugurazione del sito istituzionale

Il 14 giugno 2021 viene inaugurato il nuovo sito di “Asti in Azione”, che ha lo scopo di avvicinare la progettualità del Comitato Promotore a cittadini e mondo produttivo.

8 Novembre 2020

Piemonte in Azione

L’8 novembre 2020 viene definito l’assetto organizzativo di Piemonte in Azione, il cui coordinamento viene affidato a Claudio Lubatti.

2 Luglio 2020

Asti in Azione

Il 2 luglio 2020 nasce il Comitato Promotore “Asti in Azione”, il cui coordinamento viene affidato a Dario Rossino.

21 Novembre 2019

Fondazione di Azione

Il 21 novembre 2019, Carlo Calenda fonda il gruppo nazionale di Azione, ispirata al liberalismo sociale e al popolarismo di Sturzo.

Lavora insieme ai nostri Tavoli Tematici

Hai competenze? Ti piacerebbe metterle al servizio di Asti e dell'astigiano? Unisciti ai nostri tavoli tematici e lavoriamo insieme per il futuro del nostro territorio!

La nostra missione

Cambiare l'astigiano e renderlo veramente il cuore del Monferrato è possibile. Ampliare gli orizzonti cittadini e rendere il capoluogo una città "simbolo" del Piemonte e dell'Italia. Crediamo nel raggiungimento di questi obiettivi attraverso le competenze e la buona amministrazione.

Asti

Una città ricca di storia e tradizioni non merita il declino. Invertiamo la rotta per riportarla al centro del Piemonte. Asti merita di più!

Asti

Valorizzare gli asset strategici: turismo, storia, arte, cultura, enogastronomia. Asti è tra i centri urbani più antichi e ricchi di patrimonio del Piemonte e d'Italia. Investiamo sul valore!

Provincia

L'astigiano ha molto da offrire ma è carente di servizi primari e collegamenti con il capoluogo. Una Provincia divisa che deve tornare ad essere unita.

Provincia

Fare sistema, oggi, è fondamentale per la crescita economica del territorio. Investire sulle infrastrutture: vie di comunicazione, collegamenti, mobilità sostenibile, ciclovie, connettività e servizi primari.

Cittadini

Azione nasce "con" e "per" il cittadino. Gli astigiani meritano di avere servizi, scuole, cultura, lavoro. Vogliamo ascoltare la vostra voce, condividere le nostre idee e metterle così al servizio della società.

Cittadini

Nessun problema deve restare senza soluzione. I nostri sono progetti concreti, risposte reali ai bisogni della cittadinanza. Vogliamo costruire le fondamenta per le prossime generazioni e abbiamo bisogno di persone che vogliono mettere le proprie competenze al centro di questo grande disegno!